L’Isis non avrà tregua, Trump pronto alla resa dei conti

Donald Trump (NICHOLAS KAMM/AFP/Getty Images)

Da pochi giorni ufficialmente in carica, il presidente Usa Donald Trump sarebbe al lavoro non soltanto sul fronte interno, ma si sta muovendo anche in politica estera: secondo il New York Times, infatti, il principale inquilino della Casa Bianca starebbe preparando una direttiva per il segretario alla Difesa, James Mattis, al fine di elaborare un piano di azione “più aggressivo” nei confronti dell’Isis. Tra le iniziative che potrebbero essere intraprese – stando a quanto scrive il quotidiano citando fonti interne alla Casa Bianca – l’uso di artiglieria americana sul territorio siriano e l’impiego di elicotteri d’assalto per attaccare Raqqa, autoproclamatasi capitale del Daesh.

Donald Trump avrebbe anche dato un mese di tempo al Pentagono per mettere nero su bianco il piano di attacco. Il neopresidente, già in campagna elettorale, aveva parlato con i suoi collaboratori di un piano segreto per mettere alle strette e sconfiggere l’Isis. Questo quello che scrive il New York Times: “Il lavoro intorno alla direttiva è stato descritto da molti attuali ed ex funzionari che si trovavano vicino alla Casa Bianca e che hanno chiesto di restare anonimi perché non autorizzati a discutere deliberazioni interne dell’aministrazione. La Casa Bianca non ha fatto commenti”, ma è evidente che quello della lotta all’Isis sembra essere l’intervento più urgente che James Mattis dovrà affrontare.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM