“Battaglia persa”: addio alla blogger in lotta contro il cancro

(Websource / Sun)

Aveva raccontato sul web la sua malattia ed era diventata un esempio di coraggio. Purtroppo, però, il male da cui era stata colpita non le ha lasciato scampo: Hannah Lyson è morta a 20 anni, dopo aver combattuto contro un tumore all’intestino con la forza e il coraggio di una leonessa.

Come vi abbiamo raccontato nei giorni scorsi, la ragazza, originaria del Lancashire, in Inghilterra, aveva scoperto meno di un anno fa di essere affetta dalla terribile malattia. I medici erano stati subito pessimisti riguardo alle possibilità di una guarigione, ma lei ha sempre combattuto, raccontando il suo vissuto quotidiano su un blog che le è valso anche un riconoscimento: il premio “Eroe degli eroi” conferitole dalla sua comunità per l’esempio di coraggio. La sua è stata una prova di tenacia e determinazione. Hannah era sicura di poter sconfiggere quel male dopo aver assistito alla battaglia delle sue due sorelle, rispettivamente contro un cancro alla tiroide e la leucemia. La sua storia ha fatto appassionare alla sua storia centinaia di follower, che però oggi hanno ricevuto la peggiore notizia che potesse arrivare: Hannah non ce l’ha fatta. Si è spenta in casa,  serenamente, circondata dall’affetto dei suoi familiari.

 

Un messaggio toccante
Poche ore fa sulla pagina Facebook della ragazza, “Hannah’s Bowel Cancer Journey”, è apparso un toccante messaggio: “E’ con profonda tristezza che scrivo queste righe – si legge nella nota – . Ieri la nostra bella e coraggiosa Hannah ha perso la sua battaglia contro il cancro. E’ morta in pace, nella sua casa, accanto alla sua famiglia. Hannah ha lottato con tutte le sue forze per guarire, ma non è stato possibile. Siamo tutti estremamente orgogliosi di lei, e porteremo avanti il suo impegno per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della prevenzione: non si è mai troppo giovani”. “Grazie a tutti coloro che hanno seguito il percorso  di Hannah – conclude – e l’hanno sostenuta nella sua battaglia”.

EDS