Moglie investita e uccisa, il marito si vendica così – FOTO

Fabio e Roberta (Facebook)

Dramma della disperazione a Vasto. Roberta Smargiassi aveva solo 34 anni quando la scorsa estate mentre viaggiava in scooter fu investita e uccisa dall’auto condotta da Italo D’Elisa, 22enne di Vasto. La donna era stata portata d’urgenza in ospedale, ma per lei non c’era stato nulla da fare. Da allora il marito Fabio Di Lello non riusciva a darsi pace per l’enorme e tremenda perdita e non riusciva proprio a perdonare l’uomo che aveva causato la morte della sua Roberta. Oggi Di Lello ha così portato a termine la sua feroce vendetta. All’ingresso del locale ‘Drink Water’, in via Perth, ha sparato almeno quattro colpi di pistola uccidendo Italo D’Elisa. Un’esecuzione in piena regola. I carabinieri della locale compagnia e gli agenti del commissariato sono subito giunti sul posto allertati dalle chiamate degli avventori del locale. Hanno raccolto le prime testimonianze e si sono messi alla ricerca dell’omicida con posti di blocco e perquisizioni domiciliari. Nel frattempo Fabio Di Lello ha chiamato un amico, il suo avvocato Giovanni Cerella,  e gli ha detto che aveva ucciso l’assassino di sua moglie. Poi gli ha annunciato che si stava recando al cimitero per salutare la sua Roberta.

Quando i militari sono giunti sulla tomba della donna hanno trovato l’arma del delitto, una pistola semiautomatica, contenuta in una busta di plastica. Pochi minuti dopo Di Lello insieme al suo legale si è andato a costituire. Nel frattempo la Scientifica ha portato a termine tutti i rilievi sul luogo del delitto.

Ecco la photogallery con le immagini del delitto e dei protagonisti della vicenda:

F.B.