Bollo auto, ecco cosa fare se non l’avete pagato

Ricevuta del bollo auto (foto dal web)

L’Avv. Valentina Greco legale dell’Unione Nazionale Consumatori è intervenuta a proposito delle tante segnalazioni che riceve sul tema del bollo auto. La Greco spiega: “Tantissimi cittadini stanno ricevendo una cartella di Equitalia con la richiesta di pagamento del bollo auto relativo all’anno di imposta 2013. Una richiesta che, insieme con interessi e sanzioni, determina in capo al contribuente l’esborso di una somma non dovuta in quanto prescritta. È sempre la stessa storia – prosegue il legale – nonostante il pagamento del bollo auto possa essere richiesto entro il terzo anno successivo al mancato pagamento, Equitalia continua a mandare cartelle ed avvisi di accertamento anche quando il diritto alla riscossione è ormai prescritto

Cosa fare dunque in caso di ricezione di tale cartella esattoriale? A chi l’ha ricevuta a partire da Gennaio 2017 “consigliamo di controllare immediatamente se si riferisce al bollo del 2013 e ricordiamo che tramite ricorso si può chiedere l’annullamento dell’intera richiesta economica da parte dell’Ente di riscossione. Invitiamo -conclude Valentina Greco- i consumatori che avessero bisogno di assistenza e informazioni a scrivere a sosconsumatori.it”.

F.B.
TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO