Il piccolo stava morendo: i medici non si accorgevano di nulla

Kaden Hadfield (foto dal web)

Un decesso che lascia davvero senza parole quello di un bambino britannico di 5 anni, Kaden Hadfield, che era stato ricoverato in ospedale per ben venti volte. Ogni volta, però, il piccolo veniva dimesso e i medici non riuscivano a emettere una diagnosi certa. Dopo qualche tempo, il bambino si è aggravato, quindi è deceduto. Nessuno dei dottori che lo ha avuto in cura è riuscito a diagnosticare in lui una grave forma di artrite che lo ha portato alla morte prematura.

La mamma e il papà del piccolo, la 25enne Caitlin Tattersall di Bolton e il 29enne Lee Hadfield di Oldham, ora chiedono giustizia per Kaden Hadfield. “Stava così male da tanto tempo ma non si lamentava per il dolore anche se era evidente che aveva bisogno di aiuto. Se Kaden avesse avuto il farmaco di cui aveva bisogno in precedenza ora sarebbe stato qui con noi” ha affermato la mamma del piccolo. Quindi ha aggiunto: “Ci sono voluti due anni per ottenere una diagnosi corretta ma ormai era troppo tardi”.

La madre di Kaden Hadfield reclama dunque a gran voce la verità sulla morte di suo figlio, dovuta a un’infezione legata proprio all’artrite: “Voglio sapere esattamente cosa è successo. Voglio che tutti sappiano. Come può un bimbo sano passare da avere un dolore alla caviglia a morire in due anni?”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM