14enne in Rianimazione, 200 studenti a rischio contagio

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:01
(Websource/archivio)

La meningite continua a colpire. Non sarà un’epidemia e non ci si dovrà preoccupare come da più parti fanno sapere fonti autorevoli, però la conta di chi si ammala gravemente e chi purtroppo non ce la fa è sempre in aumento e piuttosto destabilizzante. Prima un ragazzino di un istituto di scuola superiore di Santarcangelo di Romagna ricoverato in fin di vita nei giorni scorsi, poi la 49enne catechista di Melzo Clara Arrigoni stroncata dalla meningite di tipo B e infine, solo per limitarci agli ultimi giorni,  la notizia della morte di Gennaro Canfora, lo studente di 25 anni di La Spezia.

Adesso arriva la notizia di un 14enne di Segrate, in provincia di Milano, ricoverato nella notte tra venerdì e sabato in gravi condizioni all’ospedale San Raffaele. Per lui infezione da meningococco di tipo C. Attualmente si trova nel reparto di Rianimazione in prognosi riservata. Intanto l’Ats ha sottoposto alla terapia con antibiotico sia i 25 compagni di classe del ragazzino, che frequenta una scuola in via Crespi a Milano, sia 14 insegnanti, più 12 tra familiari e amici. Ma dalla Regione fanno sapere che sarà fatta la vaccinazione su tutti i 200 studenti che frequentavano lo stesso istituto del 14enne. Ricordiamo che il ceppo C è lo stesso che ha ucciso pochi giorni fa Vittoria Pattil’insegnante di Milano di 55 anni morta all’ospedale San Paolo.

F.B.
TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO