Equitalia: in arrivo una ‘sorpresa’ per i contribuenti italiani

(websource/archivio)

‘Grazie’ alle misure sulla rottamazione delle cartelle esattoriali, volute dal governo Renzi, Equitalia recapiterà entro la fine del mese a molti contribuenti italiani alcune missive che servono “a informare i cittadini su eventuali debiti a loro carico”, in tempo utile per aderire alla definizione agevolata. Tali misure sono previste dal decreto legge n. 193/2016, convertito con modificazioni dalla legge n. 225/2016, in vigore dallo scorso 3 dicembre.

Tra le altre cose, la definizione agevolata prevede “che il provvedimento si applichi alle somme riferite ai carichi affidati a Equitalia tra il 2000 e il 2016 e che Equitalia debba inviare, entro il 28 febbraio, una comunicazione per posta ordinaria sulle somme che le sono state affidate entro il 31 dicembre del 2016 e che a questa data non risultino ancora notificate”. Per aderirvi, “è necessario compilare il modulo DA1 in ogni sua parte”. Il termine ultimo di adesione è fissato al 31 marzo 2017.

Il suddetto modulo può essere compilato anche via internet, sul sito di Equitalia, ma in ogni caso va poi stampato e firmato, quindi la domanda va presentata presso gli sportelli dell’Agente della riscossione oppure “alla casella e-mail/pec della Direzione Regionale di Equitalia Servizi di riscossione di riferimento, inviando il modulo DA1, debitamente compilato in ogni sua parte, unitamente alla copia del documento di identità”.

Nel frattempo, Equitalia non perde colpi e lo scorso anno ha toccato un record: dopo aver superato, due anni fa, quota 8 miliardi di euro, nel 2016 ha raccolto quasi nove miliardi di euro, per l’esattezza  oltre 8,7 miliardi e un incremento del 6,17% rispetto al 2015. Il saldo è positivo sia al Centro Nord che nelle regioni del Centro Sud. L’aumento complessivo è di 509 milioni di euro rispetto al 2015, che diventano 1,3 miliardi sul 2014.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM