Proposta indecente su eBay: “Non mi sarei mai aspettata una richiesta così…”

(Websource / Sun)

Da brava ragazza parsimoniosa, ha deciso di vendere gli indumenti che non metteva più su eBay. L’obiettivo era quello di tirar su qualche soldino, liberare un po’ di spazio negli armadi e, perché no, far felice qualcuno a poco prezzo. Ma quando un utente si è fatto avanti per dirsi intenzionato all’acquisto delle sue “mutandine” usate è rimasta interdetta e disgustata.

Christina Durham, 23enne di Londra, di professione addetta alla selezione del personale, ha messo all’asta il mese scorso sul popolarissimo sito di compraventita online un suo vecchio abito, con prezzo base di 10 sterline (poco meno di 12 euro). Purtroppo, un utente di eBay si è spinto troppo in là, e le ha fatto quella proposta “indecente”. La ragazza non gli ha neppure risposto, ma ai colleghi del Sun ha raccontato che quell’episodio le ha aperto gli occhi sui rischi dell’utilizzo del web.

Momenti di imbarazzo
“Hey, so che potrà sembrarti una richiesta strana, ma saresti interessata alla vendita di qualsiasi tipo di indumento intimo, tanga ecc. insieme al vestito? Pago bene x”, ha scritto il misterioso utente. “Mi sono sentita schifata e confusa”, ha poi commentato Christina, “perché avevo messo in vendita il vestito e non mi sarei mai aspettata una domanda del genere… E’ stato così imbarazzante!”.

“Non gli ho risposto – ha aggiunto – . Ho pensato di segnalare quel messaggio, ma non sono riuscita a ben capire come farlo attraverso il sito di eBay, e alla fine ho lasciato perdere”. La speranza è che sia solo un “caso” isolato… “Certo – ha concluso la diretta interessata – devi essere davvero a corto di soldi per vendere le tue mutande usate a un emerito sconosciuto, ma grazie al Dio al momento non sono in condizioni così disperate”.

EDS