La diva del cinema anni Settanta: “Guardate come mi sono ridotta”

Isabella Biagini (ritaglio video)

Torna a far parlare di sé per le sue precarie condizioni economiche l’attrice Isabella Biagini, negli anni Settanta interprete di molte commedie all’italiana, divenute poi dei cult. La donna è tornata a collegarsi con gli studi di Domenica live, dove Barbara D’Urso l’ha così introdotta: “Sono alcune notti che Isabella dorme in auto con il suo cane. Il problema nel problema è che lei è stata operata per via di un incidente, è stata investita da un’auto. È stata operata alla gamba, quindi ha un tutore e non può piegarla”. Isabella Biagini ha sottolineato: “Io mi voglio riprendere un po’ dal vecchiume, fammi fare qualche puntura, extension, gambe nuove, magari mascheriamo l’età”.

Lo scorso dicembre, Isabella Biagini è rimasta coinvolta in un incendio divampato in un palazzo di via Nomentana 525 a Roma, proprio partendo dall’appartamento dove vive l’attrice, che è stata soccorsa dai vigili del fuoco intervenuti sul posto, i quali hanno poi provveduto a evacuare il palazzo. Ora l’attrice ha lasciato l’albergo dove si trovava, spiegando: “Parliamo di una signora che non ha niente. Ho fatto uno sforzo con la pensione, ma solo per la gamba che deve stare ancora distesa, sono piena di viti e placche d’acciaio. Ho dovuto per forza pagare. Però non posso andare a bussare alle porte”.

A febbraio dello scorso anno, Isabella Biagini si era presentata negli studi di Domenica Live, dove aveva raccontato: “Il mio fratellastro mi ha messa in mezzo a una strada da circa dieci anni. Lui aveva carta bianca su di me e sulle due casette che io ho pagato di persona. Non vedo perché devo venire in televisione a dire questa cosa, io che non ho mai avuto scandali”. Ora torna su quella vicenda: “Io non so dove sia, sono andata a cercarlo, ma niente, lui ignora tutto. I truffatori sono così, mi prendo la responsabilità di quello che dico. Quello che mi stupisce di più, sono gli inquirenti, ho fatto delle denunce, mi ha fregato due case. Erano mie, non è un’eredità di mia madre che non aveva niente”.

“Avevo una figlia malata, dovevo scegliere, il talento e la posizione o la figlia malata. Basta. Non si può fare la diva, con la figlia in punto di morte. Io sono stata lì, fino all’ultimo secondo”, ha detto Isabella Biagini, che ha concluso: “Vivo in macchina perché quando c’è dignità che devi fare? Io non sto chiedendo soldi allo Stato. Vuoi fare un appello? Fallo, ma tanto non importa nulla a nessuno”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM