Gianni Panzolini (foto dal web)

La città di Ancona e in particolare il mondo del calcio dorico piangono la morte di Gianni Panzolini, storico gestore del bar dietro la tribuna dello stadio “Del Conero”. L’uomo era stato colpito da un ictus lo scorso 18 febbraio, alla vigilia della partita tra Ancona e Santarcangelo: le sue condizioni si erano rivelate fin da subito molto gravi e non si era mai più ripreso. Da sempre tifoso della squadra marchigiana, Gianni Panzolini, nel 1992, dopo l’inaugurazione dello Stadio Del Conero, insieme alla compagna di vita, Serenella Brunetti, aveva preso in gestito il piccolo bar, metà dei calciatori della sua squadra del cuore, ma anche dei campioni delle squadre avversarie.

L’uomo è deceduto ieri mattina all’ospedale di Senigallia, confortato proprio da Serenella Brunetti, la quale le è stata sempre vicina in questi ultimi venti giorni. La notizia del decesso di Gianni Panzolini, 63 anni, il mitico “Gianni del bar”, si è sparsa praticamente subito in città e in tanti sono rimasti particolarmente colpiti da quanto accaduto. Oltre che al Del Conero, il barista, originario di Assisi, ma tifoso dell’Ancona sin dal 1975, aveva aperto anche un punto ristoro al Palarossini. Inoltre, lui e Serenella hanno gestito uno stabilimento sulla spiaggia di Palombina. Il suo nome è però legato al bar dello Stadio Del Conero, che gestiva sin da quell’Ancona-Inter 3-0, probabilmente la più entusiasmante delle vittorie della squadra dorica in serie A, arrivata proprio in concomitanza con l’inaugurazione del nuovo impianto.

Cordoglio per la morte del noto barista è stato espresso dall’Ancona Calcio: “Gianni, conosciutissimo in città e non solo, visti i tantissimi eventi anche non sportivi ospitati nelle strutture di Passo Varano, è morto questa mattina all’età di 63 anni nel Reparto Rianimazione dell’Ospedale di Senigallia, dove si trovava ricoverato dal 18 febbraio scorso, per un ictus che aveva reso le sue condizioni disperate fin da subito”, si legge in una nota.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM