Trump, ecco il nuovo record per gli Usa da quando è arrivato lui

(Michael Reynolds-Pool/Getty Images)

Donald Trump sta attuando una politica economica sostanzialmente improntata all’autarchia o comunque all’indipendenza degli Stati Uniti. Molti sostengono che sia una politica fallimentare sul lungo periodo, ma al momento devono accettare che i risultati raggiunti dal neo presidente sono più che notevoli. Un esempio su tutti: il petrolio. E’ infatti notizia di pochi giorni fa che le riserve di petrolio negli Stati Uniti abbiano segnato nuovi record e il barile sia tornato sotto i 50 dollari, nonostante i Paesi produttori dell’Opec abbiano deciso di tagliare la produzione. Un premio per la politica scelta da Donald Trump, che vuole rendere l’America impermeabile alle dinamiche geopolitiche mondiali, portando il petrolio dal Canada al Nebraska con il nuovo e controverso oleodotto Keystone XL.

Trump ha detto chiaramente di non fidarsi degli sceicchi aggiungendo: “Dobbiamo essere indipendenti dalle nazioni ostili”. E poi è passato alla fase pratica mettendo in atto le sue idee. I punti strategici sono tre: infrastrutture energetiche (oleodotto dal Canada), controriforma ecologista che smantelli in larga parte gli accordi portati avanti da Obama in questi anni e rilancio dell’industria mineraria.

F.B.