L’ultima rivelazione sul caso Maddie: “Qualcuno protegge i rapitori”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:45
(Websource / Mirror)

La piccola Maddie McCann è ancora viva, ma tenuta prigioniera, e il suo rapitore potrebbe essere presto incastrato. A sostenerlo è l’ispettore Dave Edgar, 60 anni, che per tre anni si è occupato del caso della bimba scomparsa in Portogallo nel maggio 2007 mentre era in vacanza con i suoi genitori. A suo dire, la bambina èn stata rapita a “scopo sessuale”, e i genitori non hanno alcuna responsabilità nella vicenda. “Qualcuno sa cos’è successo”, afferma, “ed è ora che si faccia avanti”.

Secondo l’ispettore Edgar, oggi in pensione, il cerchio intorno alla scomparsa della bambina si sta stringendo e presto il rapitore potrebbe essere preso. Di più: Maddie si troverebbe in una cella sotterranea, ed è per questo che non si trovano tracce della piccola da anni. Ma il rapitore si sarebbe lasciato andare a delle confidenze, per cui ora la sua cattura sarebbe vicina. “Ormai il cerchio si sta stringendo”, ha dichiarato testualmente, e rivolgendosi ai “confidenti” del rapitore ha aggiunto: “conviene che diciate tutto ciò che sapete”. Una tesi che contraddice quanto affermato da altri colleghi di Edgar, ma che restituisce un po’ di speranza ai genitori di Maddie, Kate e Gerry, i quali non aspettano altro che poterla riabbracciare.

EDS