Cancro all’intestino per una mamma di 35 anni: “Non si è mai troppo giovani”

Cancro all’intestino
Deborah James, 35, combatte contro un grave tumore all’intestino (websource)

Il cancro fa paura. Lo sa bene la mamma 35enne, Deborah James, a cui è stato diagnosticato un cancro all’intestino. La terribile e inaspettata notizia è arrivata appena prima del Natale 2016 e adesso Deborah sta cercando di sensibilizzare tutte le giovani donne a fare controlli per non finire come lei perché, “non si è mai troppo giovani per il cancro”. La giovane e bellissima mamma ha già rimosso due terzi del suo intestino e fatto sei mesi di chemioterapia. “Andavo molto in bagno e ho notato sangue nelle feci, ho quindi pensato ci fosse qualcosa che non andava”, ha dichiarato Deborah alla stampa inglese. La diagnosi però non era chiara, dopo numerosi analisi del sangue e delle feci, i dottori non trovarono nulla e la rimandarono a casa. Deborah non era naturalmente convinta e, dopo una colonscopia, scoprì di avere un cancro all’intestino di terzo grado. La mamma ha ammesso che la parte più difficile della diagnosi è stata informare i suoi figli, Hugo (9) ed Eloise (7), della malattia. Come tutti i genitori, inizialmente voleva proteggerli, non farli pensare al fatto che la loro mamma stava male, ma poi ha pensato che sarebbe stato meglio aprirsi e spiegare cosa stava succedendo. “Ovviamente non dici ‘mamma sta morendo’, Abbiamo detto loro che mi sarei operata e che avrei fatto delle cure per stare meglio, è stato un momento commovente”.

Il tumore di Deborah ha adesso raggiunto il quarto grado, il che vuol dire che si è diffuso in altri parti del suo corpo. “Il cancro fa paura, e il terzo grado fa ancora più paura. Il quarto grado ti catapulta in un posto buio. Cercherò di rimanere ottimista, ma so che sono cambiate le carte in tavola”, ha detto Deborah. Mentre si sottopone a terapie invasive, Deborah ha iniziato un blog, Bowel Babe, e una pagina di raccolta fondi per combattere il cancro all’intestino. “Se a causa della mia esperienza posso aiutare anche solo una persona a evitare ciò che sto affrontando in questo momento, ne sarà valsa la pena. Se posso aiutare anche solo una giovane mamma a vedere i suoi figli crescere sarò felice di sacrificarmi”, ha affermato Deborah. Deborah vuole cominciare a “parlare di feci”, e vuole invogliare le persone a fare altrettanto se notano qualcosa che non va, perché è un tabù ma i tabù non dovrebbero ucciderti.

Lavinia C.

Tutte le News di Oggi – VIDEO