Stallone: “Avevo fame e mi era rimasto solo il cane”

(Websource/web)

Anche i divi del cinema se la sono vista brutta ai loro tempi prima di sfondare e di diventare delle superstar. Ne sa qualcosa Sylvester Stallone, l’indimenticabile volto di Rocky e Rambo, che ricorda un episodio triste quanto esemplificativo di come era la sua vita prima di diventare qualcuno. Su Instagram il celebre attore ha postato una foto di Buktus, il suo amato cane che ha vissuto con lui parte della gioventù ed al quale Sly era molto legato. Anche se alla fine ha dovuto venderlo perché non aveva soldi per mangiare e di conseguenza non poteva sfamare nemmeno il suo adorato quattrozampe.

Di nuovo insieme

Stallone ha scritto: “Sia io che Buktus eravamo magrissimi e vivevamo in una vera e propria topaia che si trovava si una fermata della metropolitana. Ovunque guardassimo c’erano degli scarafaggi, ma lì è stato dove ho cominciato a studiare da sceneggiatore e dove è nata per la prima volta la figura di Rocky. A dire il vero il merito è tutto di Buktus. Ma quando le cose erano iniziate a volgere al peggio decisi di venderlo per soli 40 dollari, mi servivano soldi per comprare qualcosa da mangiare”. Ma quella che sembra una storia con un triste epilogo ha poi avuto un finale inaspettato: “Alla fine Rocky sfondò e riuscii a ricomprare Buktus, anche se l’uomo a cui l’avevo ceduto a suo tempo mi chiese 15.000 dollari. Ma i soldi non contavano niente e sono stato ben felice di aprire il portafogli per riavere con me il mio amico”.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO