Pasqua di sangue sulle strade della Capitale: muore in un frontale

(foto dal web)

Drammatico il bilancio degli incidente nel giorno di Pasqua nella Capitale: domenica alle 21.30 una 60enne ucraina è deceduta in via dei Monti Tiburtini. A ucciderla, un giovane romano, il quale probabilmente in stato di ebbrezza si sarebbe rifugiato in un bar in attesa del magistrato, per poi raccontare: “Stavo camminando, il semaforo era verde, poi di colpo me la sono trovata davanti, non sono riuscito a evitarla”. Altri testimoni avrebbero sostenuto la stessa tesi del giovane.

Sempre a Pasqua nel tardo pomeriggio si è verificato un altro drammatico sinistro mortale, in via Cristoforo Sabbadino, nella frazione di Piana del Sole: a perdere la vita, a causa di un frontale tra una Renault Clio e una Megane Scenic, è stato un 37enne romeno, che è morto sul colpo, mentre risulta gravemente ferito il passeggero dell’auto, un bambino di 11 anni, trasportato in codice rosso all’ospedale Bambin Gesù. Anche i passeggeri della seconda auto, la Scenic, sono rimasti feriti, ma in maniera lieve e sono stati entrambi trasportati in codice giallo all’Aurelia Hospital. Sul luogo dell’incidente, due squadre dei Vigili del Fuoco che hanno estratto dalle lamiere le persone, i vigili del XI Gruppo Marconi per i rilievi del caso e tre ambulanze del 118.

Nel frattempo, il consigliere del Partito Democratico Angelo Vastola lancia l’allarme su via Cristoforo Sabbadino, parlando di “scarsa visibilità di quel tratto di strada” attraverso una lettera protocollata inviata al Presidente del Municipio Roma XI, che arriva dopo diverse segnalazioni dei cittadini della zona. Queste le parole dell’esponente del Pd locale: “Si chiede al Presidente e gli uffici competenti di procedere ad un sopralluogo per verificare quanto sopra esposto ed intervenire sia con la potatura degli arbusti così da ripristinare una visuale che sia consone al codice stradale, e di verificare la regolarità della strada stessa”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

GM