MotoGP, Valentino Rossi: “Vorrei essere più giovane”

Valentino Rossi (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Valentino Rossi a 38 anni si ritrova in testa al campionato MotoGP 2017 dopo tre gare. Un risultato a sorpresa, se consideriamo le fatiche nei test pre-stagionali. Ma il terzo posto del Qatar e i secondi posti in Argentina e Stati Uniti gli hanno consentito di essere il leader della classifica.

Sicuramente le cadute di Marc Marquez a Rio Hondo e di Maverick Vinales ad Austin hanno agevolato il nove volte campione del mondo. Da pilota esperto quale è, Rossi è consapevole dell’importanza di essere costantemente sul podio e di non cadere. E’ fondamentale per lui continuare con questo ritmo, anche se dovrà pure pensare a vincere. Anche se non più giovanissimo, il rider Yamaha ha ancora degli assi nella manica per contrastare i giovani e forti rivali.

Valentino nell’intervista concessa a Radio Deejay non ha nascosto stupore nell’essere in testa al Mondiale MotoGP: “Sono davvero molto contento di essere primo in classifica, è una cosa bella e anche inaspettata perché nei test avevo sempre fatto fatica. Sono sorpreso. Invece poi ho fatto tre gare bellissime in cui sono arrivati tre podi. Marquez e Vinales hanno sbagliato una volta a testa e quindi mi sono ritrovato io davanti. Bisogna cercare di andare più forte possibile senza mai cadere, questo è l’obiettivo”.

Il 38enne pesarese ha stabilito anche un record, essendo il pilota più ‘anziano’ in testa al campionato dal 1949 ad oggi. A tal proposito ha commentato: “E’ una notizia che mi fa felice da una parte e meno dall’altra. Vuol dire che sono vecchio, avrei preferito essere il più giovane, però va bene uguale. Ora arriva il periodo più bello della stagione con tutti i tracciati storici, si va in Europa dove c’è tutta un’altra cultura, tutta un’altra atmosfera”.

Valentino Rossi è soddisfatto del suo avvio di stagione, ma sa che ci sono ancora tanti gran premi e dunque non può rilassarsi. Nonostante l’età avanzata, si sta rivelando ancora competitivo e ciò è importante nella sua ricerca del decimo titolo mondiale. Però dovrà stare molto attento alla concorrenza di avversari forti come Marc Marquez e Maverick Vinales.