Bambina di 11 anni tenta il suicidio ingerendo medicinali a scuola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30
(Web Source: TribunaTreviso)

Per fortuna è fuori pericolo la bambina di undici anni che giovedì mattina ha tentato di porre fine alla propria vita, ingerendo numerose pastiglie di medicinale, nella mensa della scuola media di Mogliano (Treviso). I medici dell’Ospedale Ca’ Foscari di Treviso hanno effettuato una lavanda gastrica per evitare che l’organismo assimilasse tutti i medicinali, ma per precauzione hanno voluto tenere la ragazzina sotto osservazione per una notte intera per poi dimetterla in mattinata.

Tutto è cominciato all’interno della mensa della scuola dove la bambina, evidentemente depressa, ha ingerito le pastiglie. Poco dopo  si sono presentati i primi sintomi di malessere che hanno allarmato le insegnanti dell’istituto, subito corse a chiamare il soccorso della Suem. Il viaggio in ospedale ha fatto temere il peggio, la piccola aveva perso conoscenza e si è pensato che fosse troppo tardi, ma per fortuna i medici sono riusciti a liberarla dai medicinali e a salvarle la vita.

Dopo il lieto finale di questa triste vicenda resta da capire quali siano i motivi che hanno indotto la bambina a compiere un simile gesto. La famiglia e la scuola hanno già fissato un incontro per parlare dell’accaduto e organizzare un sistema di vigilanza ed assistenza che  consenta alla bambina in primo luogo a non commettere nuovamente un simile gesto ed in secondo luogo a parlare di quello che l’affligge. Interrogati dal giornale locale ‘TribunaTreviso’, i vertici della scuola non hanno voluto condividere ulteriori informazioni: “Confermiamo che qualcosa è successo ma non possiamo dire di più dal momento che è coinvolto un minorenne”.

Sul caso stanno indagando anche i carabinieri di Mogliano alla ricerca di indizi che possano condurre a casi di bullismo ai danni della ragazzina, ma non si esclude che possano essere coinvolti i genitori. Nei prossimi giorni, infatti, i gendarmi interrogheranno i genitori e gli insegnanti per capire se ci siano stati casi di maltrattamento in famiglia.

F. S.