La mamma muore di cancro quando è piccolo, a 18 anni si riscatta così

reggiseno
Julian e il suo socio (Websource)

Julian Rios Cantu, 18enne di origine messicana, era solo un bambino quando sua madre morì a causa di un cancro al seno. E quindi forzando un concetto presenti nelle religioni e nelle filosofie orientali potremmo dire che era nel suo karma quello di fare qualcosa un giorno che potesse in qualche modo riscattare quella disgrazia, renderla in una certa maniera utile per altre persone. Julian, nonostante la giovane età, si è dimostrato un precoce genio della tecnologia e insieme ad alcuni amici ha inventato un oggetto preziosissimo: un reggiseno in gradi di segnalare i sintomi del tumore al seno grazie agli oltre 200 sensori presenti al suo interno.

L’invenzione è ancora in fase sperimentale, la le numerose prove effettuate sembrano effettivamente funzionare. Il reggiseno è collegato ad un’app che riceve i dati raccolti dal dispositivo per conservarli e verificarli in caso di cambiamenti preoccupanti. In quel caso una notifica sul proprio smartphone segnalerà l’opportunità di recarsi dal medico per una visita di controllo. Per ottenere questo risultati basta indossarlo soltanto tra i 60 e i 90 minuti a settimana. Julian e la sua azienda Higia Tecnhologies, nei giorni scorsi hanno ricevuto il prestigioso Global Student Entrepreneur Awards (Gsea) conferito a Francoforte, in Germania.

Il progetto del 18enne necessita ancora di fondi per completare le sperimentazioni ed iniziare in caso di successo la produzione di questo reggiseno. Il ragazzo ha spiegato con poche semplici parole lo spirito che ha pervaso la sua idea: “Non voglio assolutamente che altre persone vivano quello che ho passato io con mia madre”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.