(Kyodo / Getty Images)

Gli scienziati alla scoperta di Atlantide? Forse questa è la volta buona. Un’équipe della Université Libre de Bruxelles, in Belgio, ha infatti scoperto “misteriose” strutture o enormi “oggetti” che affiorano dal suolo dell’Antartide, sepolte da quasi mezzo chilometro di neve. Insomma, tutto lascia pensare a una città “nascosta” che potrebbe presto tornare alla luce.

Il grafico che vi proponiamo nella “gallery” mostra l’esatta localizzazione di tali strutture, alcune delle quali – spiegano gli studiosi – sono così grandi che “sfidano in altezza la Tour Eiffel”. Va da sé che in Rete è già partito il tam-tam nelle comunità degli ufologi e dei cercatori di civiltà perdute. Gli scienziati autori della scoperta, però, invitano alla massima cautela; quelle strutture fanno piuttosto pensare a “condotti idrici, tunnel e sedimentazioni nel substrato dell’Antartide”. Si tratta probabilmente – aggiungono – di formazioni che contribuiscono alla stabilità della calotta polare. La notizia più importante, forse, è che lo studio di questo fenomeno aiuterà a prevedere i futuri effetti dei cambiamenti climatici. Intanto però la ricerca di Atlantide va avanti…

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS