Blitz in una sauna durante una festa: arrestati decine di gay

(foto dal web)

Pugno duro della polizia di Giakarta, in Indonesia, contro i gay: oltre 140 gli arresti effettuati in una sauna per omosessuali. Si tratta di un blitz che desta preoccupazione, perché conferma i timori per l’avanzata dell’ala conservatrice dell’Islam in quello che è il Paese musulmano più popoloso al mondo. Secondo il portavoce della polizia Argo Yuwono, i 141 arrestati stavano partecipando a una festa a sfondo sessuale. “The wild one” era il nome della manifestazione, che secondo gli inquirenti coinvolgeva un giro di prostituzione tra una palestra e la stessa sauna.

Tra gli arrestati ci sono il titolare del centro, alcuni spogliarellisti, altri membri dello staff e due clienti. A questi, una decina in tutto, è stato contestato di aver violato le leggi contro la pornografia, per cui ora rischiano fino a dieci anni di reclusione. La comunità lgbti è ora molto preoccupata: già la settimana scorsa, nella provincia di Aceh, che è l’unica dove viene applicata la sharia, due giovani omosessuali sono stati condannati a 85 fustigate dopo essere stati sorpresi in un rapporto sessuale da alcuni vigilantes. La coppia sarà la prima ad essere punita pubblicamente per rapporti sessuali tra persone gay. Anche se l’omosessualità in sé non viene considerato un reato, sono diversi i casi di persone arrestate per aver reso pubbliche le loro relazioni: l’anno scorso, ad esempio, due uomini erano stati arrestati nella provincia del North Sulawesi dopo che uno di loro aveva pubblicato delle foto di un bacio gay su Facebook.

“In Indonesia c’è tanta strada da percorrere per contrastare pregiudizi e discriminazioni” – ha spiegato Budi Alamsyah, attivista del mondo lgbti – “Quelli come me sono spesso ridicolizzati e messi al bando, colpa anche di una società che tende a discriminare ed emarginare gli omosessuali. Anche i mass media diffondono un’immagine negativa dei gay, la tv indonesiana non aiuta certo a diffondere un clima di accettazione e inclusione sociale. In televisione la presenza di un gay è motivo solo di scherno e viene coperto di ridicolo agli occhi della gente, addirittura i notiziari fanno passare anche l’immagine di devianza e pericolosità sociale degli omosessuali”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM