Si sporge troppo dalla finestra: bimbo precipita nel vuoto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:33
(websource/archivio)

Ancora una volta si è sfiorata la tragedia, quando un bambino di otto anni, sporgendosi troppo dalla finestra, è precipitato nel vuoto: è successo nel tardo pomeriggio di ieri a Venezia. Il piccolo ha fatto un volo dal secondo piano di un palazzo di Castello. Immediati sono stati i soccorsi e il piccolo è stato trasferito in gravi condizioni, anche se non è in pericolo di vita, al Ca’ Foncello di Treviso. Il bambino non ha riportato, in base a quanto si apprende, fratture o danni permanenti dovuti a lesioni interne, ma traumi e contusioni superabili, soprattutto alla schiena. Dalle prime verifiche, sembra che si sia trattato di una fatalità: il bimbo si sarebbe sporto troppo per prendere qualcosa e sarebbe volato giù. Esclusi sia l’atto autolesionistico che un episodio di violenza domestica.

E’ il secondo caso in pochi giorni in Veneto: qualche giorno fa, sempre un bambino di otto anni è caduto dalla finestra della sua abitazione, ad Arzignano, nel vicentino. Il piccolo abitava al secondo piano e ha fatto un volo di sei o sette metri, secondo quanto appurato dai soccorritori giunti sul posto, dopo l’allarme lanciato dai familiari, di origine bengalese. Immediatamente, infatti, è giunta un’ambulanza del Suem 118 di Arzignano, che resasi conto della gravità della situazione ha subito allertato un’eliambulanza, che ha trasferito il bambino all’ospedale di Borgo Trento di Verona. Sembra che il bambino, eluso il controllo dei genitori, sia salito su una finestra dell’abitazione con l’ausilio di una sedia e si sia sporto troppo, fino a perdere drammaticamente l’equilibrio. Tra le ipotesi, c’è quella che il piccolo sia scappato, terrorizzato da un ragno.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM