La Spezia, trovati due ragazzi morti in una cava

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:17
Websource: Google

Il mistero avvolge la morte di due ragazzi di 19 anni a La Spezia: i corpi dei due giovani sono stati trovati nella notte tra il 24 ed il 25 maggio nella cava abbandonata di Acquasanta, si ritiene che la causa della morte sia stata la caduta di circa 40 metri dalla litoranea che sovrasta la cava. Stando all’esame post mortem effettuato dal medico legale, infatti, i due ragazzi sarebbero morti da qualche giorno, sui loro colpi non ci sono tracce di colluttazione né di arma da fuoco né tanto meno di ferite da lama.

Sull’accaduto sta investigando la polizia, le indagini sono tese a comprendere le dinamiche dell’incidente che al momento variano da un suicidio concordato ad una vendetta culminata in omicidio. Solo una delle due vittime è stata identificata, si tratta del cittadino di Chiappa (Imperia) di origine albanese, Fabiol Kycyku, i cui genitori avevano denunciato la scomparsa qualche giorno prima. Gli investigatori pensano che anche l’altro giovane sia di origine albanese, ma al momento non lo hanno ancora identificato. Qualora si dimostrasse che si tratta di suicidio potremmo trovarci di fronte alle ennesime vittime del gioco online Blue Whale Challenge, ma è ancora troppo presto per trarre delle conclusioni. Si attendono ora gli esiti dell’autopsia che chiariranno probabilmente tutto l’accaduto.

Addosso a uno dei due ragazzi è stato ritrovato uno zaino contenente oggetti utili allo scasso (cacciaviti, mazze, coltello, chiave inglese e guanti). Per questo motivo al momento l’ipotesi più concreta è che la coppia di giovani albanesi sia precipitata nel dirupo mentre si stava allontanando dopo aver tentato un furto. Non si esclude che insieme ai due ci fossero altre persona datesi poi alla fuga dopo la tragedia.

Fabiol Kycyku -immagine dal web