Manchester, l’omaggio dei familiari a una delle vittime – FOTO/VIDEO

Olivia Campbell (foto dal web)

Proseguono le operazioni di riconoscimento delle vittime dell’attentato terroristico avvenuto l’altra sera dopo il concerto di Ariana Grande alla Manchester Arena. Al momento, sono ancora poche quelle identificate e si è in attesa di riscontri. Intanto, cresce l’ansia per alcuni giovani dei quali non si conosce ancora la sorte. Tra loro c’era, fino a poco fa, anche Olivia Campbell, 15 anni. Era andata al concerto con Adam, il suo migliore amico, che è stato ricoverato in ospedale per le ferite riportate nell’esplosione. Dell’adolescente si erano invece perse le tracce: i familiari l’hanno cercata tra i feriti negli ospedali e negli alberghi, in particolare l’Holiday Inn, in cui si sono riparati decine e decine di giovani, prima che arrivasse la terribile conferma che uno dei 22 corpi recuperati privi di vita è il suo.

Per ricordare Olivia Campbell la sua famiglia nelle scorse ore ha rilasciato un video in cui si vede la giovane, definita dai suoi cari “divertente e bella”, canta il suo brano preferito. A dare la notizia del suo decesso al compagno della madre, Paul Hodgson, è stato un ufficiale di polizia, poi all’uomo è spettato il compito di avvertire i familiari dell’adolescente. La madre della ragazza, Charlotte, non voleva credere a quanto le veniva detto. Le forze dell’ordine hanno altresì spiegato che avevano dovuto aspettare di mettere in sicurezza l’arena per recuperare i tredici corpi rimasti dentro, quello dell’attentatore e altri dodici, tra cui appunto quello di Olivia Campbell. La passione per il canto dell’adolescente l’aveva spinta a partecipare alle audizioni di Britain’s Got Talent a Manchester, un paio di anni fa. “Il paradiso ha un altro angelo e lei vi farà cantare adesso con suo nonno”, sono state le commoventi parole di Paul Hodgson.

“Siamo una grande famiglia, andremo avanti”

Anche la madre della ragazza, che si dice “persa e col cuore spezzato”, ha voluto omaggiarla e ricordarne le doti canore, spiegando che quel brano cantato nel video messo in rete dalla famiglia farà da colonna sonora ai suoi funerali. Paul, che ha vissuto con Olivia da quando aveva cinque anni, ha dichiarato: “L’azzurro era il suo colore preferito, la maggior parte di quello che indossava era blu e lei aveva un abito blu quando ha affrontato le audizioni”. Quindi ha aggiunto: “Troveremo un modo per affrontare il lutto. Siamo una grande famiglia e ce la faremo a superarlo, dobbiamo, anche se sarà difficile”. Anche il miglior amico di Olivia Campbell, Adam, che peraltro l’aveva convinta ad andare al concerto è rimasto coinvolto nell’attentato, restando seriamente ferito e ora è ricoverato in gravi condizioni. Descrivendo l’attacco come “codardo”, Paul ha infine sottolineato che tutti dobbiamo imparare da quanto accaduto, spiegando che “dobbiamo garantire la sicurezza dei nostri figli, ma non possiamo impedire loro di vivere”.

GUARDA FOTO

GUARDA VIDEO

GM