Lascia i suoi tre cani in macchina, al suo ritorno sono morti

cani in macchina
Jonathan Theobald ha ucciso i suoi tre cani lasciandoli in macchina per cinque ore (websource)

Un uomo ha lasciato i suoi tre cani in macchina per cinque ore per andare in palestra. Quando è tornato erano morti. Jonathan Theobald, il proprietario dei tre Staffordshire bull terrier, si è adesso unito ad un’organizzazione che si occupa di sensibilizzare le persone a questo rischio. Daisy, Rascal e Mitch, tutti Staffordshire bull terrier, sono stati lasciati in macchina per 5 ore, a una temperatura di 40 gradi. Nonostante i disperasti tentativi di resuscitare Daisy, nessun cane è sopravvissuto al forno creatosi nell’auto.

Dopo quasi un anno, Theobald ha parlato per la prima volta dell’incidente. Ha registrato un video per sensibilizzare le persone al pericolo di lasciare i nostri amici a quattro zampe in macchina durate giornate calde. Nel video, parla dell’impatto che ha avuto la decisione – presa con leggerezza – di lasciare i cani in macchina, su di lui e sulla sua famiglia. Uno sliding doors letale. “Ho sbagliato”, ha detto Theobald, “ho giudicato male le condizioni atmosferiche”. A settembre è stato accusato di aver causato sofferenza ai cani, lasciandoli in un ambiente dannoso per la loro salute e che ha causato la loro morte. Ha passato 18 settimane in carcere e gli è stato proibito di possedere animali per oltre 10 anni, oltre a una multa di 2300 euro.

Con gli occhi pieni di lacrime, Theobald dice in camera : “Sono stato perseguito, mi è proibito avere altri cani e c’è stata una pubblicità feroce nei miei confronti, il che significa spargere di sale le mie ferite”. “Non dico che non me lo merito ma il dolore più grande è stato perdere i miei cani”, aggiunge, “la casa è terribilmente vuota, ora non abbiamo cani ed è tutta colpa mia. La mia disattenzione li ha uccisi”. Il video fa parte della campagna di sensibilizzazione “I cani muoiono in macchina d’estate”. L’organizzazione che se ne occupa afferma infatti che migliaia di persone fanno ancora lo stesso errore ogni anno – la linea d’emergenza ha ricevuto più di 7mila chiamate solo nel 2016. Che la storia di Theobald possa essere un promemoria del pericolo che si rischia lasciando un cane in macchina quando si va a fare la spesa o in palestra. Nessuno pensa possa succedere proprio al suo cane, neanche Theobald lo pensava.

 

Lavinia C.