Auto sulla folla al rally: muore un bimbo di sei anni

(websource/archivio)

Un dramma si è consumato poco fa al Rally Città di Torino, quando una delle auto in gara è uscita di strada uccidendo un bimbo di sei anni. L’incidente è avvenuto in curva all’altezza di Coassolo e ha coinvolto altri spettatori. L’intero nucleo familiare era infatti fermo in attesa del passaggio del rally: sono rimasti feriti infatti i genitori del bambino, mentre il fratellino di tre anni è rimasto illeso. Da quel che si apprende, la zona era interdetta agli spettatori ed era recintata.

Subito dopo l’investimento, avvenuto a velocità elevata, sul posto sono intervenuti i carabinieri di Venaria Reale, insieme con le ambulanze del 118 e l’elisoccorso. I traumi che aveva subito il piccolo erano però molto gravi e per lui non c’è stato nulla da fare. Dalla prima ricostruzione effettuata sembra che l’auto, appartenente al team Skoda Biella, avrebbe toccato il cordolo di cemento al lato della strada. Così facendo, è finita oltre la linea di sicurezza, andando a sbattere prima contro un muro e poi travolgendo la famiglia, il tutto in una manciata di secondi. Non è chiaro ancora se il pilota abbia avuto un malore, nel frattempo l’organizzazione ha deciso di sospendere la corsa.

Il Rally Team Eventi, che organizza l’evento, ha annunciato per le ore 17 una conferenza stampa in cui proverà a chiarire la dinamica di quanto accaduto, intanto ha commentato così l’incidente: “Siamo addoloratissimi, la gara è stata sospesa. In 32 anni non era mai successa una cosa del genere. Ci sono dei fattori da chiarire”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM