Motociclista riprende la sua morte con la Go pro

Websource: Google Plus

Radoslaw Drzewiecki era una ragazzo di 29 anni che aveva un unica grande passione: le moto. Il suo amore per i mezzi a due ruote lo aveva anche convinto a prendere una go pro per filmare i suoi giri in moto e documentare la sua destrezza con il mezzo nei percorsi cittadini. Alla passione adolescenziale si era unito il sogno della maturità, quello di costruire una famiglia con la fidanzata Magdalena, ma a quell’appuntamento Radoslaw non ci è mai arrivato: pochi giorni prima del fatidico ‘sì’, il ragazzo si stava recando a lavoro spremendo il suo mezzo per soddisfare il suo desiderio di adrenalina quando, ad un incrocio, un auto è uscita senza rispettare lo stop e lo ha preso in pieno.

E’ passato un anno da quel terribile giorno in cui ‘Radek’ (così lo chiamavano gli amici) ha perso la vita ed in cui i sogni di un futuro felice insieme a Magdalena sono stati spezzati dalla disattenzione dell’automobilista e dal suo desiderio di velocità. Il tribunale di Durham (città inglese in cui il ragazzo era residente) ha stabilito, dopo aver visionato il filmato registrato dalla go pro del giovane, la colpevolezza della donna condannandola a 18 mesi di sospensione della patente e a 300 ore di servizi sociali.

Il dolore di Magdalena, però, non è stato lenito né dal tempo né dalla condanna della donna, così, ha deciso di sfruttare quel maledetto video per rendere meno vana la morte del suo amato: la ragazza ha deciso di concedere alla contea di Durham di utilizzare il video per una campagna sulla sicurezza stradale. Alla fine del video si legge una scritta tesa a sensibilizzare gli automobilisti: “Avere fretta può causare la perdita di vite umane. Per favore, fate molta attenzione quando raggiungete gli incroci e mantenete gli occhi ben aperti perché potreste non accorgervi di qualche motociclista”.

Websource: Speed24News

Ecco il video dell’incidente registrato dalla Go Pro:

F.S.