Roma, macabra scoperta nel parco

(Websource/archivio)

Un caso? Forse. Ma senza dubbio un caso molto particolare. Nel giro di pochi giorni infatti nel parco di Villa Pamphili a Roma sono stati scoperti i cadaveri di due persone. Il primo venerdì scorso quando un’anziana donna di 86 anni fu ritrovata senza vita all’interno della fontana del Giglio. Le forze dell’ordine giunte sul posto chiamarono il figlio dopo aver controllato i documenti della donna e lui confermò l’identità di sua madre. L’ipotesi degli inquirenti fu morte per un malore o per una caduta accidentale. Di certo non si poteva immaginare che a distanza di pochi giorni sempre nello stesso parco ci sarebbe stato il macabro ritrovamento di un altro cadavere.

Ieri mattina infatti il corpo di un uomo di circa 30 anni è stato notato da alcuni passanti. Sul posto sono subito arrivati i Carabinieri della stazione Gianicolense e della compagnia San Pietro. Il medico legale pare abbia escluso la presenza di segni di violenza sul corpo del giovane e per questo motivo la prima ipotesi investigativa è quella della morte per cause naturali. L’esame autoptico farà definitivamente luce sull’accaduto di entrambe le morti sospette e permetterà di comprendere se si tratti davvero di una curiosa e macabra coincidenza o se le due morti siano in qualche modo collegate e non naturali.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.