Lite tra adolescenti: uccide un coetaneo con tre colpi di pistola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:57
(websource/archivio)

Compie un terribile omicidio ad appena 15 anni: è avvenuto la scorsa notte a Mileto, in provincia di Vibo Valentia. Tutto sarebbe nato da una lite. La vittima è di qualche mese più grande del suo assassino: a cadere sotto almeno tre colpi di pistola è stato il 16enne Francesco Prestia. Il ragazzo che ha aperto il fuoco è invece il figlio di un noto pregiudicato del posto, il quale dopo quanto commesso ha deciso di costituirsi presso la locale caserma ai militari dell’Arma dei Carabinieri.

L’adolescente ha indicato con precisione dove giaceva il corpo di Francesco Prestia, in una zona di campagna isolata, non lontano dal rione Calabrò. L’omicidio sarebbe avvenuto quando da poco erano passate le undici. Quando accaduto sarebbe avvenuto per dei futili motivi, sui quali i militari dell’Arma stanno facendo indagini più approfondite. Quel che sembra certo è che il 15enne ha sparato al 16enne con un’arma regolarmente detenuta in casa dai suoi familiari. L’accaduto è al vaglio dei carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia e del Nucleo investigativo del capoluogo con la collaborazione dei colleghi della Stazione di Mileto. Titolare del fascicolo di inchiesta sull’omicidio di Francesco Prestia è invece la Procura dei Minori di Catanzaro.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM