Ucciso dalla fidanzata al culmine di un violento litigio

Felice Lisi (foto Facebook)

Litiga con il fidanzato e lo ammazza a coltellate: il tragico fatto si sangue si è consumato a Ceprano, comune della Ciociaria, nelle scorse ore. Il corpo senza vita del giovane è stato rinvenuto in via Guardaluna, zona al confine con il comune di Strangolagalli,nei pressi della centrale elettrica del lago di Isoletta. Sul luogo della tragedia, sono arrivati in pochi minuti Carabinieri e Polizia, i quali hanno poi identificato la vittima in Felice Lisi, classe 1993. Tra le prime certezze degli inquirenti è che la coltellata fatale, quella che l’ha ucciso, gli è stata inferta tra il collo e il costato.

A dare l’allarme, intorno alle undici di questa mattina, era stata proprio lei, la fidanzata di Felice Lisi, la quale avrebbe chiesto aiuto a una vicina di casa, spiegando che il giovane si era procurato dei tagli sul corpo e che era agonizzante a terra. Quando sul posto sono arrivati gli inquirenti non hanno tardato a ricostruire quanto accaduto. Secondo le prime indiscrezioni lasciate trapelare dai carabinieri del Reparto operativo di Frosinone e della Compagnia di Pontecorvo, emerge infatti che la giovane – la quale conviveva da qualche tempo con il fidanzato ucciso – avrebbe impugnato un coltello da cucina e trafitto più volte l’uomo all’addome, sembra al termine di un violento alterco.

Subito dopo l’arrivo delle forze dell’ordine, la ragazza ha avuto un malore. Da quanto si apprende, i due pare vivessero in uno stato di profondo disagio sociale dovuto all’assunzione di sostanze stupefacenti. La ragazza sarebbe originaria di Cassino, così come i genitori di Felice Lisi e lo stesso ventiquattrenne. Gli inquirenti e il medico legale sono ancora sul posto per effettuare i sopralluoghi.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM