Londra: giornalista cerca di fermare i terroristi e viene ferito

Websource: PR Week

Un giornalista esperto di arti marziali, Geoff Ho, è stato pugnalato alla gola dopo aver tentato di fermare uno degli attentatori che stava uccidendo un buttafuori proprio davanti a lui. Subito dopo l’attacco si era temuto per la sua vita poiché gli amici che erano con lui non riuscivano a contattarlo ne a trovarlo tra i feriti di Borough Market.

Il timore si è placato qualche ora dopo quando Isabelle Oderberg lo ha trovato nel reparto di terapia intensiva di un ospedale di Londra. Poco dopo la donna ha tranquillizzato gli amici di Ho su twitter scrivendo: “Abbiamo trovato Geoff, si trova in terapia intensiva. Grazie per tutti i messaggi. Vi informeremo quando avremo ulteriori notizie”. Il giornalista ha subito un brutto taglio alla gola che gli impedisce di parlare senza provare dolore, ma sembra che non sia in pericolo di vita.

Questa mattina è stato lo stesso Geoff ha tranquillizzare amici e parenti scrivendo un post su Facebook: “Non so se sono stato nobile o stupido ad intervenire ed ingaggiare una lotta fuori dal Southwark Tavern, ma due b…i stavano cercando di uccidere un buttafuori e non poteva capitare davanti ai miei occhi”.

I colleghi di Ho non sono stupiti dall’atto di coraggio che stava per costargli la vita,  ad esempio la Odeberg ha detto: “E’ un artista delle arti marziali e non sarei sorpresa se avesse voluto difendere qualcuno perché è quel tipo di persona. Non sono minimamente sorpresa da questo. Geoff è così ed è per questo che lo amiamo”.

L’attentato di ieri sera a Londra ha dimostrato ancora una volta l’eroismo dei cittadini inglesi, altri infatti hanno tentato di intervenire non riuscendoci e l’intervento di un eroico tassista è stato fondamentale per l’arresto di tre terroristi. Queste persone sono la testimonianza di come gli inglesi non siano disposti a cedere al terrore.

F.S.