Dimentica la piccola chiusa in auto: quando torna è troppo tardi

(websource/archivio)

Una disattenzione della madre, che probabilmente non l’ha lasciata all’asilo, è costata cara a una bambina di un anno e mezzo, dimenticata in auto e morta per arresto cardiaco in piazza Vittorio Emanuele a Castelfranco di Sopra, nell’aretino. La sua mamma, stando a quanto finora ricostruito, sarebbe andata direttamente a lavoro. Ad accorgersi della piccola è stato un vigile, il quale è intervenuto anche con il defibrillatore preso in Comune. Intorno a lui, sono giunti immediatamente alcuni passanti e la stessa madre della piccola, disperata dopo essersi resa conto dell’accaduto. Successivamente è stato chiamato il 118 e nel frattempo è arrivato anche il Pegaso. Ogni tentativo di salvare la vita della bimba è risultato però vano. Sul luogo della tragedia, sono poi giunti i militari dell’Arma dei Carabinieri, i quali stanno svolgendo le indagini per cercare di venire a capo di quanto accaduto.

Tanti, purtroppo, sono i casi simili, uno dei più eclatanti è avvenuto esattamente quattro anni fa a Piacenza, dove un uomo di 39 anni, che lavora come cuoco in un’azienda di ristorazione, si sarebbe recato direttamente al lavoro, lasciando praticamente chiuso in macchina a dormire il piccolo. Sarebbe stato poi il nonno del bambino a lanciare l’allarme, quando a orario di chiusura, era andato a prendere il bambino all’asilo, ma le maestre lo avevano avvertito che in realtà questi non si era mai presentato. Al padre del bambino è bastato ricevere la chiamata e, senza nemmeno rispondere, si è reso conto della fatalità: si è precipitato quindi verso la propria autovettura, ma il bambino non respirava.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM