Reagisce al furto nella sua gioielleria e uccide un ladro

(ritaglio video)

Ancora una volta, un tentativo di rapina finisce in un bagno di sangue: è accaduto intorno alle 19,30 a Pisa, nella gioielleria Ferretti di via Battelli, di proprietà del 69enne Daniele Ferretti. In base alla prima sommaria ricostruzione di quei tragici momenti, il commerciante – quando due rapinatori hanno fatto irruzione nel suo negozio poco prima della chiusura – ha reagito al tentativo di rapina, facendo fuoco. Uno dei due malviventi è stato colpito a morte, mentre il complice è riuscito a scappare a piedi. Non viene comunque esclusa l’ipotesi che i due avessero un complice a fare da palo poco distante.

Il rapinatore ucciso sarebbe uno straniero di circa 30 anni, mentre si apprende che insieme a Daniele Ferretti in gioielleria era presente anche la moglie. Entrambi sono stati ora accompagnati in caserma dai carabinieri e dovranno ricostruire tutti i passaggi di quanto accaduto in quei drammatici momenti. Il titolare della gioielleria già in passato, nel luglio del ’99, fu vittima di un tentativo di rapina nel corso del quale se la vide davvero brutta: venne picchiato, accoltellato e abbandonato dentro il negozio con la saracinesca chiusa. Seguirono poi altri episodi simili, l’ultimo risalente al gennaio 2016.

Dalle prime testimonianze, sembra che i malviventi fossero armati, ma non è chiaro ancora se si trattasse di pistole vere oppure no. Sul luogo della tentata rapina trasformatasi in tragedia, insieme alle forze dell’ordine, è arrivato anche il questore di Pisa, Alberto Francini. Con loro anche il sostituto procuratore Paola Rizzo e il colonnello Bellafante e il maggiore Bartolacci dell’Arma dei Carabinieri. Solidarietà al gioielliere è arrivata via Facebook dal leader della Lega Nord, Matteo Salvini, che scrive: “Pisa, poco fa un gioielliere reagisce all’ennesima rapina, spara e uccide uno dei ladri. Solidarietà a Daniele, 69 anni: ha fatto bene!”

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM