In mille ai funerali di Giovanni, il neonato abbandonato

(Websource/web)

Una folla di oltre mille persone ha dato l’ultimo saluto al piccolo Giovanni, il neonato che la madre aveva abbandonato in strada subito dopo averlo dato alla luce a Settimo Torinese. Ad officiare il funerale è stato don Luciano Piras, cappellano dell’ospedale dove il piccolo è morto soltanto poco dopo il suo arrivo: “Sei stato un grande, Giovanni. Sei rimasto con noi pochi minuti e hai generato una quantità di amore incredibile” le parole del religioso che ha presieduto alla funzione nella chiesa San Pietro in Vincoli. Per Valentina Ventura, la madre, è scattato un provvedimento di custodia in carcere con l’accusa di omicidio, e né lei né il presunto padre hanno voluto riconoscerne la genitorialità. La donna ha affermato di aver agito in maniera così scellerata perché temeva che il neonato fosse affetto da una grave malattia.

Agli inquirenti Valentina Ventura ha anche detto di non ricordare nulla di quanto successo. Ma la comunità di Settimo Torinese ha voluto reagire a questo triste episodio partecipando in massa ai funerali organizzati proprio da alcuni cittadini. Il corpicino è stato deposto in una bara bianca, come si usa in questi casi, con tantissime rose a corollario. Ma un pensiero è stato rivolto anche ai genitori, non presenti: “La vendetta non fa parte del messaggio di Gesù”, ha sostenuto con forza don Piras.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI