Grenfell Tower: già quattro anni fa si sfiorò il dramma

(DANIEL LEAL-OLIVAS/AFP/Getty Images)

Mentre comincia la conta dei morti nell’incendio alla Grenfell Tower, grattacielo residenziale di 24 piani a North Kensigton, nel cuore di una Londra ancora sconvolta dai recenti attentati, emerge che un primo dramma venne sfiorato nel 2013 nella struttura andata in fiamme. A scriverlo è il Guardian online, che cita il Grenfell Action Group, il comitato di cittadini costituitosi per chiedere la messa in sicurezza dell’edificio. Secondo quella che è l’accusa del comitato dei residenti nella Grenfell Tower, a causa di un carico di tensione, nel 2013 è stato evitato per un soffio “un incendio dalle conseguenze drammatiche”, in un momento in cui “i residenti hanno vissuto un periodo terrificante di sovratensioni che in seguito si è capito erano provocate da cablaggi difettosi”. Sia il comune sia l’azienda comunale che gestisce le proprietà di Kensington e Chelsea non avrebbero dato peso a quell’allarme.

Al momento, la polizia locale parla di almeno sei morti accertati, ma il bilancio sembra destinato ad aumentare in maniera drammatica. In mattinata, i vigili del fuoco hanno confermato la presenza di diverse vittime, ma che ci potessero essere delle vittime era chiaro sin dalle prime testimonianze, arrivate attraverso i social media. Alcuni residenti – secondo le drammatiche testimonianze – si sono lanciati nel vuoto, altri hanno lanciato i figli, altri ancora hanno provato ad annodare delle lenzuola nel tentativo di fuggire da quell’inferno di fiamme.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM