Incendio Londra, messaggi di addio sui social di una giovane madre

(Websource/web)

Una donna ha raccontato in diretta sui social network il dramma vissuto stanotte nell’incendio della Grenfell Tower, a Londra. Lì ha lanciato i primi, disperati appelli di aiuto. Lei è Yaz e si è precipitata subito sul luogo del disastro per cercare di incontrare la sua amica Rania Ibraham, 30enne madre di due bimbe di 3 e 5 anni. Con loro abitava ad un appartamento al 23° piano dell’immenso palazzo residenziale e da lì alle 2:54 di questa notte è partita proprio per Yaz un drammatico messaggio scritto in arabo: “Perdonatemi tutti, addio”. Un altro utente ha utilizzato Snapchat per ricevere soccorso, descrivendo la scena come pazzesca. Altri ancora hanno utilizzato Twitter, come una ragazza che ha descritto con brevi messaggi le ore di angoscia vissute al divampare dell’incendio. Verso l’una di notte la giovane ha scritto: “Sono intrappolata in questo palazzo! Non posso lasciare la mia casa perché morirei per il fumo”. Di lei si sono perse le tracce, poi si è scoperto che era salva, con un nuovo tweet scritto alle 4:00. Nella sciagura risultano ora dispersi due fidanzati italiani. La polizia fa sapere che il bilancio provvisorio di 12 vittime è destinato ad aumentare, nel frattempo le fiamme sono state quasi del tutto domate, ecco come si presenta adesso la Grenfell Tower all’interno.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI