Rai, nessun tetto ai compensi: ecco cosa accadrà

Non ci sarà il tetto di 240 mila euro per i compensi dei volti noti della Rai. Il CDA dell’emittente televisiva ha dato il via libera al provvedimento che prevede delle deroghe al principio generale, fissando però un taglio di almeno il 10% rispetto agli attuali stipendi. Una sorta di toppa che servirà alla Rai a non perdere tutti quei maggiori esponenti del piccolo schermo che avrebbe potuto perdere con un provvedimento troppo restrittivo. Grazie a questa misura, Viale Mazzini potrà sbloccare le trattative con i conduttori, come per esempio Fabio Fazio e Alberto Angela, che pare avessero già avviato contatti con la concorrenza. Il presentatore di Che Tempo che Fa dovrà accontentarsi di una cifra inferiore al milione e 800 mila euro che percepisce attualmente, anche se potrebbe traslocare su Rai1. Come fare però con quella quarantina di figure che attualmente superano il tetto, come Antonella Clerici, Carlo Conti, Flavio Insinna e Bruno Vespa? Sarà un problema da risolvere per il nuovo direttore generale Mario Orfeo, il quale è però contento del provvedimento rattoppato in qualche modo: ”La Rai potrà così avere ancora delle eccellenze e conservare il valore di grandi professionisti che si sono formati con la Rai e nella Rai”.

M.O.

TUTTE LE NEWS DI OGGI