Rissa in Senato, il ministro Fedeli si fa male

(Websource)

Bagarre e alta tensione al Senato durante la discussione per lo Ius Soli. Scatenati i senatori della Lega che, con il chiaro intento di far sospendere la seduta, hanno inscenato una protesta clamorosa sfociata poi di fatto in una specie di rissa. Alcuni parlamentari del Carroccio si sono diretti battaglieri verso i banchi del governo con in mano cartelli con la scritta «No allo Ius soli». Il senatore Raffaele Volpi rivolgeva un sonoro “vaffa…” al Presidente del Senato Pietro Grasso che si vedeva dunque costretto ad espellerlo dall’aula. Il capogruppo Gianmarco Centinaio nel frattempo riusciva a raggiungere i banchi del governo e si sedeva di fianco al ministro dell’istruzione Valeria Fedeli. Da qui in poi il caos è totale.

Sette persone, commessi parlamentari compresi, provano a farlo alzare. Lui racconta di essersi fatto male tanto e di aver subito dei colpi proibiti. Tanto che dopo, alla buvette, mostra le sue ferite: la mano gonfia, coperta dal ghiaccio, e un ginocchio dolente che gli impedisce di camminare bene. In infermeria però ci finisce il ministro Fedeli che, a detta dei senatori del Pd, è stat spintonata violentemente dai leghisti contro il tavolo e le sedie. Per lei cura con antidolorifici e alcuni cerotti sulle lievi ferite.

TUTTE LE NEWS DI OGGI – VIDEO

F.B.