13 kg di feci nello stomaco: “Pensavano che fossi ‘incinto'”

(Websource / Daily Mail)

Soffriva da anni di una forte forma di costipazione, e quando si è deciso a farsi visitare in ospedale i medici fanno una scoperta che ha lasciato molti senza parole. Zhou Hai, un ragazzo cinese di 22 anni, colpito dal morbo di Hirschsprung, ha subìto la rimozione del colon presso il Tenth People’s Hospital di Shanghai proprio a causa della rara malattia. L’addome del giovane ha iniziato a gonfiarsi velocemente sin dalla tenera età e, a un certo punto, molte persone hanno cominciato a pensare che potesse essere “incinto”.

Del caso avevamo già accennato qualche settimana fa. Il morbo di Hirschsprung causa gravi forme di costipazione a causa della mancanza dei plessi nervosi che garantiscono la coordinazione dei movimenti muscolari che permettono la defecazione. Nella fattispecie il giovane, fin dall’infanzia, ha sempre avuto gravi problemi a espellere completamente le feci dall’intestino, cosa che gli aveva causato una violenta infiammazione. I medici hanno così rimosso parte del suo intestino che si era dilatato fino a misurare 76 centimetri per ben 13 kg di peso, proprio a causa della grande quantità di feci che conteneva. Nonostante il 22enne avesse sempre fatto uso di lassativi e si fosse aiutato con una dieta bilanciata e regolare, la malattia non gli permetteva di avere una corretta “evacuazione”. Ora la vita di Zhou Hai è cambiata decisamente in meglio.

Ricordiamo che il morbo di Hirschsprung è una malattia rara generalmente diagnosticata sin dai primissimi anni di vita che, almeno in Italia, interessa circa 100 nuovi nati ogni anno, rappresentando la più frequente causa congenita di occlusione intestinale. Molte persone però, si rendono conto di essere malate solo in età adulta. La diagnosi viene solitamente effettuata a partire dalla semplice osservazione clinica, che può essere o meno confermata da biopsia rettale e Rx clisma opaco. L’intervento chirurgico rappresenta l’unica cura possibile e i risultati sono spesso molto soddisfacenti.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS