Accusato di stupro, annullato il processo a Bill Cosby

(DOMINICK REUTER/AFP/Getty Images)

Tutto da rifare: è stato annullato il processo per stupro che vede sul banco degli imputati Bill Cosby, l’amatissimo papà della serie ‘I Robinson’, da lui prodotta, ideata e interpretata nel ruolo del Dott. Cliff Robinson, che in passato ha ammesso di aver sommistrato del Quaalud per inibire alcune donne e farci sesso. Non sono infatti bastati alla giuria sei giorni di camera di consiglio per raggiungere un verdetto unanime e quindi il giudice che presiede la corte del Pennsylvania dove è sotto processo Bill Cosby ha deciso di annullare il processo.

I giurati, sette uomini e cinque donne, nella giornata di ieri avevano spiegato di aver raggiunto un verdetto unanime, poi nelle ulteriori dieci ore di camera di consiglio si sarebbero rimescolate nuovamente le carte e si sarebbe creata una situazione di stallo, per cui il giudice non ha potuto fare altro che dichiarare ‘mistrail’, ovvero annullare il procedimento. ​Ora i procuratori dovranno istruire un altro procedimento contro l’attore quasi ottantenne, che in questo procedimento è accusato da Andrea Constand, ex direttrice della squadra di basket della Temple University di Filadelfia. I fatti contestati risalgono al 2004.

Si tratta di una procedura che dovrebbe andare per le lunghe, intanto Bill Cosby, che non è nuovo a vicende del genere e che aveva ammesso in alcuni interrogatori sia la sommistrazione di sedativi che il successivo pagamento di ingenti somme di denaro per far tacere le proprie vittime e non far rivelare loro nulla alla moglie, continua a negare ogni responsabilità, spiegando che la Constand – e non solo lei – era stata consenziente. Tra i due si era giunti a un accordo extragiudiziale nel 2006, poi erano emerse altre accuse. Camille Cosby, la moglie di Bill Cosby, è rimasta sempre vicina al marito e anzi a fine processo ha letto queste parole: “Sono grata ai giurati per aver rivisto le prove, che è il modo giusto di procedere. La verità può essere schiacciata ma non distrutta”. Non la pensa così Gloria Allred, legale di una delle donne che hanno accusato Bill Cosby: “È troppo presto per festeggiare, My Cosby. La giustizia è dietro l’angolo”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM