Prima di morire dissanguato, sorride alla fidanzata e le dice: “Ti amo”

Websource: Manchester Evening News

Lo ricorda così Kelly, con quelle ultime parole pronunciate in punto di morte che rappresentano in pieno la sua indole mite ed affettuosa e che sono simbolo di quanto il suo amore per lei fosse sincero: “Perdeva sangue, io gli ho detto di non mollare, lui mi ha sorriso e mi ha detto: ‘Ti amo’”.

Shaun Murphy (30 anni, padre di un bambino) è morto così, dopo essere stato aggredito con un coltello da uno sconosciuto. Lui e la fidanzata Kelly, a cui aveva chiesto da poco di sposarlo, stavano viaggiando in macchina verso casa, quando, ad un tratto, si è accostato uno sconosciuto con un mezzo a due ruote e gli ha inferto un colpo di coltello nel costato attraverso il finestrino.

Shaun ha accostato la macchina, la fidanzata ha chiamato subito l’ambulanza ed ha cercato di tamponare al meglio la ferita. In attesa dei soccorsi Kelly cercava di farlo stare sveglio e premeva sulla ferita per limitare l’uscita di sangue, ma non c’è stato nulla da fare e poco prima dell’arrivo dell’ambulanza Shaun è morto tra le braccia della donna che amava.

Questo inspiegabile omicidio si è verificato a Manchester. Sulla scena del crimine è arrivata la polizia che ha interrogato la disperata Kelly per avere un identikit dell’aggressore. In base alla descrizione fornita, gli agenti hanno arrestato un uomo, ma le indagini sono in una fase preliminare e non è stata trovata l’arma del delitto.

In attesa di capire le motivazioni di questa assurda uccisione, Kelly ha voluto omaggiare il suo fidanzato condividendo sulle pagine di ‘Manchester Evening News’ un ricordo di Shaun: “Era così gentile, alcuni pensavano che si trattasse di debolezza, ma lui sapeva come gestirsi. Penso davvero fosse di cuore tenero, un orsacchiotto di pelouche, non gli piacevano drammi e problemi, si poneva sempre come mediatore, non gli piaceva entrare in conflitto con nessuno, voleva sempre il meglio per gli altri. Lo amavo, mi manca”.

F.S.