Perde due fidanzate in strane circostanze, ex chef indagato

(Websource / Mirror)

Un ex chef britannico è accusato dell’omicidio di due sue fidanzate, per anni credute morte nel sonno L’inglese Robert Trigg (52 anni) è stato accusato degli omicidi di Susan Nicholson (52) – avvenuto nell’aprile 2011 – e di quello di Caroline Devlin (35) nel marzo 2006. Le due morti non sembravano inizialmente sembrate sospette, ma la polizia ha successivamente trovato “significative somiglianze” nelle modalità di ritrovamento dei due cadaveri e nei successivi comportamenti di Trigg. L’uomo disse di essersi svegliato e di aver trovato Susan morta sul divano nel 2006 e di essersi svegliato e di aver trovato Caroline morta nel letto nel 2011. Durante il processo è stato rivelato che Trigg non ha chiamato i soccorsi in entrambi i casi, lasciando anzi – in occasione della morte di Caroline – che anche i figli della donna rinvenissero il suo corpo senza vita il giorno della festa della mamma. Trigg inoltre non sembrava sconvolto dopo le morti, ma piuttosto dispiaciuto. La chiamata ai soccorsi è stata fatta dopo che l’uomo ha riferito l’accaduto ad uno dei figli di Caroline Devlin e dopo che questi l’hanno riferito a loro volta ad un vicino. Trigg avrebbe poi raccontato di aver avuto un rapporto sessuale con la donna la sera prima e di averla ritrovata in una posizione insolita: faccia in giù e sdraiata al contrario, con i piedi al posto della testa. Gli esami post mortem inizialmente attribuirono la morte a cause naturali, più precisamente ad un aneurisma. Anche nel primo caso Trigg non chiamò i soccorsi immediatamente, andando a comprare le sigarette prima di avvisare un vicino della triste fine della moglie. A far riaprire le indagini, oltre alla somiglianza delle due morti e delle reazioni di Trigg, è stata anche la scoperta del suo comportamento aggressivo e talvolta violento tenuto entro le mura domestiche – spesso e volentieri a causa dell’abuso di alcool. Al momento l’uomo non ha confessato alcun reato, dichiarandosi non colpevole. Ma il processo è destinato a continuare.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI