Si uccide insieme ai figli piccoli, non voleva perderne la custodia – FOTO

Alvaro Camara coi figli (Facebook)

Un padre ha ucciso in casa i due figlioletti di 6 anni e 18 mesi e poi si è tolto la vita. La tragedia è avvenuta nel Father’s Day e si è consumata nella città di Santa Rosa, nello stato della California, in Usa. Le forze dell’ordine del Dipartimento dello Sceriffo della Contea di Sonoma arrivarono a Santa Rosa, a casa di Alvaro Camara, 40 anni, nella mattinata di lunedì. Il genitore, domenica sera, avrebbe dovuto portare i figli a casa della ex moglie da cui si era separato da poco tempo e con la quale aveva la custodia congiunta dei piccoli, ma non lo ha mai fatto. La donna ora accusa: “Ho cercato aiuto in numerose occasioni e ho detto molte volte che i miei figli erano in pericolo se affidati al padre e non ho ricevuto l’aiuto urgente di cui avevo bisogno per salvarli”.

I figli, un maschio di nome Julian e una femmina più grande di nome Juliana, erano stati affidati al padre proprio in occasione del Father’s Day, celebratosi domenica e dopo aver passato la giornata con lui dovevano ritornare dalla madre. Marito e moglie si erano separati da sei mesi. I vicini di casa hanno spiegato che in passato i litigi all’interno della coppia erano frequenti. “Una bella bambina e un bimbo dolce”, con queste parole una vicina di casa del padre, Julia Poncia, ha descritto le vittime innocenti di questa tragedia. In base a quanto si apprende, le forze di polizia hanno cercato a lungo l’uomo coi figli, quindi hanno fatto la drammatica scoperta all’interno di un’altra abitazione di sua proprietà. Lo scenario metteva i brividi: i figli erano per terra, privi di vita, mentre il padre penzolava dal lampadario della stessa stanza, dove si era impiccato. Non si conoscono le cause del decesso dei piccoli.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

GM