Bimbo con la leucemia muore di morbillo: fratelli non vaccinati

(Websource)

Dopo una notizia così sarebbe interessante comprendere se qualche antivaccinista si sia ricreduto perché risulta veramente difficile immaginare qualcosa di diverso leggendo una storia del genere. Un bambino di sei anni, ricoverato all’ospedale San Gerardo di Monza poiché affetto da leucemia linfoblastica acuta, è morto ieri mattina per le complicazioni dovute al morbillo che gli era stato attaccato dai fratelli non vaccinati per scelta della famiglia. La leucemia aveva abbassato notevolmente le sue difese immunitarie (era cioè immunodepresso) così una malattia che molti continuano ciecamente e scriteriatamente a sottovalutare per lui è stata letale.

Va detto inoltre che la forma di leucemia della quale era affetto ha al giorno d’oggi probabilità di guarigione che vanno oltre l’85%. Il 16 marzo però, dopo aver contratto il morbillo passatogli dai fratelli, è iniziato un rapido peggioramento con gravi problemi respiratori. Spostato in terapia intensiva, è stato prima intubato e poi collegato all’Ecmo, il macchinario che consente la circolazione extra-corporea del sangue. Dopo poco però le complicazioni cerebrali dovute al morbillo hanno portato alla morte.

L’assessore al Welfare Giulio Gallera commenta così: “La storia di questo piccolo affetto da leucemia è l’esempio di come la cosiddetta ‘immunità di gregge’ sia fondamentale per la protezione di coloro che, per la loro malattia o per lo stato di trattamento in cui si trovano, non sono protetti, anche quando fossero vaccinati dal morbillo così come da altre malattie infettive. Tengo a sottolineare come solo l’immunità di gregge, cioè la vaccinazione di oltre il 95% dei bambini, sia l’unica strada per tutelare soggetti immunodepressi o che hanno contratto malattie come nel caso del piccolo del San Gerardo, che per queste ragioni non possono vaccinarsi”.

Sulla vicenda è intervenuta anche il ministro della Salute Lorenzin: “È dolorosissimo commentare la morte del bimbo di 6 anni a Monza che si sarebbe probabilmente salvato dalla leucemia ma che il morbillo ha ucciso perché essendo malato non poteva essere vaccinato – ha detto il ministro – Succede, come dice la scienza, quando manca l’ immunità di gregge. Non serve aggiungere parole, bisogna rispettare la medicina e le verità scientifiche per fare il bene dei nostri figli. Sono vicina ai genitori e al loro immenso dolore”.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.