Ancora una violenta scossa a Macerata, paura tra i cittadini

 

Websource: Archivio

Non c’è pace per la popolazione di Macerata, poco fa l’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia) ha registrato una violenta scossa di magnitudo 3.5 con epicentro nella zona di Macerata (3 chilometri da Castelsantangelo sul Nera e 5 da Visso). Secondo quanto riportato dal sito del centro di vulcanologia italiano, la scossa ha avuto un ipocentro (indice di profondità del punto di origine del sisma) di 8 chilometri (Longitudine 13.13 e Latitudine 42.89). La natura cosi superficiale dell’origine della scossa ha fatto sì che il terremoto fosse avvertito distintamente non solo a Castelsantangelo sul Nera, ma anche nei paesi più distanti e a Macerata.

La scossa ha generato paura negli abitanti della zona, ancora scioccati da quanto passato in questi ultimi mesi, ma sembra che questa volta non ci siano state ripercussioni: non è ancora stata data conferma ma pare che non ci siano stati danni ad abitazioni né vittime. Nelle prossime ore e nei prossimi giorni l’INGV monitorerà la situazione nella speranza di avvertire in tempo le autorità competenti nel caso di una scossa di maggiore entità, nel frattempo la Protezione Civile si tiene pronta ad un eventuale intervento.

L’ennesimo sisma ha posto nuovamente l’attenzione sulle condizioni dei terremotati e dei paesi colpiti dal sisma: in una situazione di forte disagio come quella che vivono queste persone, oltre a dover combattere con la paura di un possibile tragedia, sono costrette a convivere con le macerie nella speranza che il governo di mobiliti per offrire loro gli aiuti richiesti.

F.S.