Bevono l’acqua dal rubinetto e trovano un disgustosa sorpresa

Websource: Metro.co.uk

In questi ultimi giorni i cittadini del Merseyside (contea inglese di cui fa parte Liverpool) si sono lamentati di aver trovato degli esseri disgustosi nella loro acqua potabile. La notizia si è diffusa in fretta tramite i social e, data la distanza tra i vari casi, la popolazione teme che ci possa essere stata una contaminazione delle acque.

Il primo di due casi verificatisi in questi giorni è stato segnalato da George Heard (47 anni di Whiston): l’uomo ha scattato una foto ad una specie di verme che ha trovato nel suo bicchiere e che suppone sia uscito dal suo rubinetto. Heard ha spiegato di aver percepito qualcosa che gli toccava il dito mentre beveva, quindi ha fatto la disgustosa scoperta. Così ha deciso di prendere l’essere con una penna poggiarlo su un foglio e denunciare con una foto l’accaduto.

Il secondo episodio si è verificato a 6,5 chilometri di distanza dal primo. A denunciarlo è stata Zara (Netherley, Liverpool), make up artist ed attrice dilettante di 30 anni nonché mamma di due bambini, che si è trovata di fronte a quello che riteneva una specie di verme o parassita dopo aver bevuto diversi bicchieri dalla brocca d’acqua dove l’essere stava sostando. La donna ha deciso di filmare il verme, condividendo in seguito il filmato sul proprio profilo social. Il video è diventato virale in poco tempo ed ha sollevato un allarme sulla sicurezza delle acque della contea di Merseyside.

In seguito al subbuglio creatosi per il ritrovamento dei vermi, la società che si occupa della distribuzione dell’acqua, la United Utility, ci ha tenuto a precisare che non esiste alcuna contaminazione e che il livello di qualità dell’acqua potabile è al massimo come al solito: “Effettuiamo rigidi controlli su base giornaliera e siamo sicuri di poter affermare che le forniture d’acqua di Liverpool si attestano sui consuetudinari standard elevati. Questi due incidenti non sono assolutamente collegati”.

Websource: Metro.co.uk

Websource: Daily Mirror.co.uk

F.S.