Quei tre ragazzini folgorati mentre si divertivano in piscina – FOTO

(Websource / Mirror)

Sono state appena pubblicate le foto dei tre ragazzini morti folgorati nel parco acquatico ad Akyazi, nel nordovest della Turchia, assieme ai loro due soccorritori. I tre minorenni rispondono ai nomi di Gokay Yildirim, 12 anni, Nurullah Unluturk, 15, e Mert Kalic, 17. Il manager della struttura è invece Mehmet Kaya, 58 anni. Ha perso la vita nel tentativo di salvarli assieme a suo figlio, Kadir Kaya, 30. Confermata anche la prima ricostruzione dell’incidente: i tre minorenni sono stati raggiunti da una scossa elettrica mentre facevano il bagno in una piscina. Il gestore del parco e suo figlio si sono tuffati in acqua nel tentativo di soccorrerli. Solo in un secondo momento gli addetti della struttura hanno staccato la corrente. Tutti e cinque sono poi stati trasportati in ospedale ma purtroppo non ce l’hanno fatta. Il loro cuore, come riferito dal Daily Sabah, si è fermato a causa dello shock elettrico.

Tutte e cinque le vittime sono di nazionalità turca. Anche una sesta persona è stata condotta in ospedale a causa delle ferite riportate, ma si troverebbe fuori pericolo. Le autorità turche hanno avviato un’indagine per fare chiarezza sulle causa esatte dell’”incidente”. L’agenzia giornalistica Hurriyet informa che l’area della piscina era sorvegliata, ma “secondo i primi rilievi, un cavo elettrico è entrato a contatto con l’acqua”. I parenti delle vittime, riferiscono sempre fonti locali, “piangono ininterrottamente”, e alcuni di loro hanno “avuto un crollo nervoso”. Akyazi, con circa 45.000 abitanti, si trova a 160 km a est di Istanbul e la sua comunità – come il resto del paese – è profondamente scossa per quanto accaduto.

EDS