Il capo della Polizia si sposa: cerimonia “blindata” e senza politici

(Websource / archivio)

Il capo della Polizia Franco Gabrielli si è sposato questa mattina con Immacolata Postiglione, detta “Titti”, responsabile dell’Ufficio emergenze del Dipartimento della Protezione civile. La cerimonia si è svolta nella sala storica del consiglio comunale di Castiglione d’Orcia, piccolo borgo all’interno del Parco naturale patrimonio Unesco, nel Senese. Ad unire la coppia in matrimonio un amico del prefetto Gabrielli, che ha ricevuto la delega per celebrare direttamente dal sindaco Claudio Galletti. I due sono arrivati al Municipio a piedi, percorrendo le stradine del paese mano nella mano, dopo essere scesi da una Cinquecento. Lui in abito scuro, senza cravatta, con lo stile casual che lo contraddistingue. Lei elegantissima e raggiante, con un vestitino bianco, stretto in vita e la gonna larga con il toulle.

Conosciutisi proprio negli uffici della Protezione civile, Gabrielli e Postiglione hanno deciso di celebrare le nozze in Val d’Orcia, dove anni fa hanno acquistato il podere “I Fontoni”, trasformandolo nel loro buen retiro. Per l’occasione il piccolo borgo è stato presidiato da un servizio d’ordine in borghese che ha sorvegliato, in modo del tutto discreto, il regolare svolgimento delle nozze. Una cerimonia all’insegna della sobrietà con gli invitati che, dopo la celebrazione, hanno raggiunto la vicina Rocca d’Orcia per il ricevimento. A fare da contorno alla cerimonia, come detto molto intima, la gente di Castiglione, che ha accolto la coppia con applausi e fotografie: “Auguri!, Bravi! Siate felici!”. Evidente l’assenza tra gli invitati di rappresentanti politici o esponenti del Governo (anche se era atteso il ministro dell’Interno Marco Minniti), ma così hanno voluto gli sposi.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

EDS