Furgone guidato da un marocchino piomba sulla folla

Intervento dei vigili del fuoco a Senigallia (Websource)

Attimi di terrore a Senigallia (Ancona). Un furgone, guidato da un operaio marocchino di 48 anni residente in zona, si è schiantato contro un’auto in sosta sul lungomare affollato di gente e ha poi continuato la sua folle corsa dopo aver anche perso una ruota. Voleva scappare dopo aver sfiorato la gente che passeggiava sul posto e chissà quali danni avrebbe ancora potuto fare. Infatti il 48enne alla guida era completamente ubriaco. Fortunatamente un ragazzo ha subito chiamato i Carabinieri e poi si è messo li stesso all’inseguimento del furgone per non perderlo di vista. Quando i militari lo hanno fermato hanno subito capito lo stato alterato dell’uomo confermato poi dal tasso alcolemico di 1,88 grammi per litro (4 volte il massimo consentito per legge).

I pedoni raccontano di aver avuto il tempo di spostarsi ed evitare così l’impatto col furgone completamente fuori controllo. La paure è stata comunque tanta visti anche i tanti episodi di attacchi terroristici (da Nizza a Berlino fino a Londra) che hanno usato questo modus operandi. L’evento è stato comunque trattato come un normale incidente stradale. Il conducente del furgone Ford Turneo è stato denunciato per guida in stato d’ebrezza e il suo mezzo gli è stato sequestrato. L’auto travolta dal furgone era una Mini regolarmente parcheggiata sulla via del lungomare. L’uomo, a quanto si apprende, si era completamente ubriacato in compagnia di amici e stava poi rientrando a casa convinto di poter tranquillamente guidare nonostante fosse in uno stato pietoso.

F.B.