Mosul, una mina costa la vita a due reporter francesi

(Websource / france24.com)

Non ce l’ha fatta Veronique Robert, giornalista francese rimasta ferita dopo l’esplosione di una mina lunedì scorso a Mosul, in Iraq. Veronique, corrispondente di guerra per l’emittente pubblica francese “France 2” era stata operata a Baghdad per poi essere trasferita nella notte tra giovedì e venerdì all’ospedale militare di Percy, nei pressi di Parigi. A dare l’annuncio è stata via Twitter proprio l’emittente per cui Veronique lavorava con passione da anni. Nell’esplosione della mina, nascosta fra le macerie, erano rimasti immediatamente uccisi il suo collega Stephan Villeneueve e l’interprete iracheno Baktiyar Haddad. I tre stavano lavorando ad uno speciale sulla battaglia di Mosul per la trasmissione “Envoyé spécial”. Probabile che l’Eliseo deciderà, come nel caso di Stephan Villeneuve, di conferire a Veronique il titolo postumo di cavaliere della Legione d’onore. Intanto i genitori del 48enne Stephan hanno ricordato il figlio con un intervento sul quotidiano “Libération”: “Tutto è andato così in fretta, ma la tua vita è stata quella che desideravi, ricca, utile. Lasci i tuoi reportage potenti e sinceri che non dimenticheremo mai e che faremo vivere”.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI