Ventenne annega nel Ticino durante una festa

(Websource/archivio)

Tragedia nei boschi dei Ronchi (frazione Sforzesca) nei pressi di Vigevano. Un ragazzo di 21 anni che stava partecipando ad un rave party organizzato proprio in prossimità del Ticino e finito nel fiume ed è morto annegato sotto gli occhi di alcuni amici che lo hanno visto andar giù e non hanno potuto far nulla per salvarlo. La ricostruzione di quanto accaduto è ancora tutta da definire e bisognerà soprattutto capire se il giovane fosse sotto l’effetto di qualche tipo di sostanza stupefacente. In secondo luogo si dovrà comprendere l’esatta dinamica dell’incidente. Perché è finito in acqua? E’ vero che gli amici lo hanno visto solo all’ultimo momento e non hanno potuto far nulla se non chiamare i soccorsi? La morte è avvenuta per annegamento o c’è stato un malore precedente?

A tutte queste domande cercheranno di rispondere gli inquirenti. Sul luogo della tragedia sono giunti l’automedica del 118, l’ambulanza già presente come servizio permanente per il rave party, la polizia di Stato, i carabinieri, la polizia locale e i vigili del fuoco con una squadra di sommozzatori. Sono stati proprio quest’ultimi a trovare il corpo e a riportarlo a terra. Il luogo era pieno di giovani arrivati da gran parte del Nord Italia e alcuni anche dall’estero. C’erano circa mille persone e tra loro ci deve essere per forza qualcuno che aiuterà gli inquirenti a capire cosa sia accaduto. La speranza è che, se nella vicenda c’entra l’utilizzo di droghe solitamente presenti in gran quantità a questi eventi, non venga elevato un muro di omertà sull’accaduto.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.